E’ bello con Te! L’Esperienza si è conclusa.

Giorno 14 agosto si è chiusa l’esperienza dei campi scuola in parrocchia. Un mese e mezzo di Grazia vissuto dalla nostra comunità con l’arrivo di tanti giovani provenienti da tutta Italia (Milano, Varese, Bergamo, Cuneo, Rimini, Lamezia Terme, Cosenza, Palermo solo per fare alcuni esempi), che hanno chiesto di vivere un momento della loro vita che poteva essere legata alla figura di 3P.

Sono stati campi vocazionali e di servizio, nell’accezione del termine che don Pino aveva loro dato. La vocazione è quella alla “Vita” nella propria storia, non principalmente una decisione verso una scelta di consacrazione ministeriale, ma apertura all’esistenza piena, quale dono di Dio e come tale, realizzazione del senso del proprio essere “tratto di quel disegno misterioso che è la storia di Dio con noi”. Un campo che cerca di far emergere, dunque le proposte di fondo di questa chiamata alla responsabilità, alla partecipazione, alla custodia della vita.

Oltre all’equipe giovanile della comunità parrocchiale, le esperienze sono state sostenute dal Centro Diocesano Vocazioni della nostra diocesi, del quale 3P fu direttore per molti anni. Queste due realtà sono state aiutate anche da alcuni ragazzi del Seminario arcivescovile di Palermo, dalle Suore dei poveri di don Morinello e tanti altri giovani, della parrocchia e non, che hanno deciso di far parte attiva di queste esperienze.

È stato un tempo lungo e ricco di cui siamo fieri e di cui ringraziamo il Signore. Un tempo di crescita per tutti sapendo che tutto ciò che abbiamo fatto era solo ciò che si doveva fare da testimoni di quell’Amore che Gesù ci insegna nella consapevolezza di essere comunque “Servi Inutili”.

Lungo le esperienza intercalati a momenti di preghiera e di riflessione, non sono mancati momenti di servizio presso il Centro di Accoglienza Disabili “P.M. Corradini” di Palermo diretto dalla nostra parrocchiana Giusi Li Muli e il Centro “Speranza e Carità” fondato da fratel Biagio Conte, ma soprattutto nella nostra Brancaccio con i nostri bambini. La figura di don Pino è emersa chiara anche dalla testimonianza di alcune persone che hanno vissuto da vicino con il sacerdote martire: Gregorio Porcaro, Agostina Aiello, Biagio Conte, i coniugi Agostino ed Enza e Giusi di Godrano.

Ogni singolo cammino è stato suggellato alla presenza del Cristo Pantocratore del Duomo di Monreale per scoprirsi tutti parte di quella bellezza, dove ognuno è una di quelle tesserine fondamentali perché il tutto si manifesti splendido, maestoso, dono di Grazia e dove poter dire…

È bello con Te!

Condividi su:   Facebook Twitter Google
19 agosto 2015, admin