Caritas Parrocchiale

PERCHÉ LA CARITAS PARROCCHIALE?

La Caritas Parrocchiale è parte integrante dei tre uffici della Chiesa o Tria Munera: Regale, Sacerdotale e Profetico. Per la sua natura, infatti è quell’ambito parrocchiale che esprime il modo Regale, ossia il modo con cui Gesù Cristo ha manifestato il suo essere Re cioè: «pur essendo nella condizione di Dio, non ritenne un privilegio essere come Dio, ma svuotò se stesso assumendo una condizione di servo, diventando simile agli uomini. Dall’aspetto riconosciuto come uomo, umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e a una morte di croce» (cf Ef 2,5-8). È il suo farsi vicino all’uomo, sino a toccarne la parte più intima, la sua anima imbruttita dal peccato, indebolita dal mondo.

Da questo punto di vista la Caritas Parrocchiale vuole avvicinarsi ai fratelli e alle sorelle così come Gesù ha fatto, nell’attenzione alla persona nella sua integralità, dignità, bontà.

Ma purtroppo non fa certo miracoli! Cerca, invece di aiutare coloro che chiedono aiuto, dal punto di vista materiale, ma anche spirituale. Per questo la si offre una piccolissima assistenza materiale con le derrate alimentari, che viene anticipata dall’ascolto delle necessità e dai bisogni che si hanno. Centro di ascolto e distribuzione alimentare sono uno dei modi con cui la parrocchia tenta di prendersi cura dei fratelli e delle sorelle in difficoltà. Non mancano gli interventi mirati che sono trattati anche con l’ausilio della Caritas Diocesana.

Attualmente si assistono più di 100 nuclei familiari, che si sono registrati anni addietro e alcune persone che non sono sedentarie. 

Gli assistiti devono essere appartenenti alla parrocchia di Brancaccio.

Coloro che avessero bisogno di assistenza devo farne richiesta al diacono don Angelo o all’assistente sig.na Monia. L’assistenza viene data a tutti, nel limite di ciò che è a disposizione, ma sempre previo un ascolto per valutare i bisogni e le necessità di ciascuno.

 

IL CENTRO D’ASCOLTO

Il Centro d’Ascolto “San Gaetano” ha lo scopo di “accogliere” e “ascoltare“. L’accoglienza verso tutti coloro che avessero l’esigenza di confrontarsi sulle proprie problematiche.

Il Centro d’Ascolto è realizzato grazie ad un’equipe che ha come referente il Parroco e il diacono, che coordina le attività del centro.

Per l’ascolto è importante prendere appuntamento tramite la segreteria della parrocchia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi su:   Facebook Twitter Google