Centro di Accoglienza Parrocchiale “Padre Nostro”

 

Tabella Centro Padre NostroIl centro di accoglienza “Padre Nostro” è sorto nell’Ottobre 1991 ad opera del parroco don Giuseppe Puglisi della parrocchia “S.Gaetano e Maria SS del Divino Amore” in Brancaccio. Le motivazioni che hanno indotto alla creazione del centro di accoglienza sono scaturite dall’analisi delle problematiche e dei bisogni presenti nel territorio quali: l’emarginazione, il degrado ambientale e sociale, la mancanza di servizi sociali a favore della popolazione, l’inadempienza scolastica, devianza minorile, la disoccupazione, la povertà dei valori; pertanto il centro di accoglienza:

  1. la promozione umana e sociale;
  2. il coinvolgimento delle istituzioni della presa di coscienza e nella soluzione dei bisogni del quartiere;
  3. la promozione della socializzazione a favore di minori, adolescenti ed anziani;
  4. coinvolgimento della popolazione nella partecipazione alla vita del quartiere;
  5. promozione dell’integrazione sociale tra le diverse realtà;

Per la realizzazione del centro di accoglienza, nel Giugno del 1990 il parroco, incontrandosi con le Sorelle dei Poveri, in occasione di un corso di esercizi spirituali, ha chiesto alla madre provinciale la presenza di una loro comunità nella sua parrocchia di Brancaccio.

Il 2 Ottobre 1991 la comunità delle Sorelle dei Poveri si stabilisce nel territorio parrocchiale e fin da allora si scorge la mano prodiga della Provvidenza.

Il Centro di Accoglienza Parrocchiale “Padre Nostro”, oggi si occupa di gestire i bambini e i ragazzi del quartiere, mantenendo vivo l’ideale del sacerdote ucciso dalla mafia, ovvero togliere queste due grandi figure dalla strada. Le attività proposte dai giovani volontari del quartiere sono mirate all’istruzione e all’educazione mediante il corso di recupero scolastico e l’oratorio.

DSC_0136 DSC_0132 DSC_0133

Condividi su:   Facebook Twitter Google