Catechismo

In cammino con GesùIl catechismo è il secondo passo dell’iniziazione cristiana dopo il battesimo. Esso costituisce l’itinerario di accompagnamento al sacramento dell’Eucarestia. Si articola in 3 anni, caratterizzati dall’insegnamento da varie dinamiche che vedono impegnate le famiglie dei bambini che iniziano il percorso. Proprio così! La famiglia al centro dell’interesse formativo perchè non può esserci un buon cristiano se hark-the-angels-sing-mindy-newmanquesto non è stimolato alla conoscenza di Dio, già in casa, nella sua intimità familiare. La famiglia è il primo nucleo nel quale si vive la condizione originaria della fede. Dunque gli attori principali di questo persorso non saranno solo i bambini, ma, con loro, i familiari.

Il Primo anno sarà costituito di un periodo di conoscenza delle famiglie con la comunità parrocchiale, soprattutto con i formatori, che sono i secondi responsabili del cammino di fede dei bambini. Parroco, diacono, catechisti, animatori pastorali e famiglia saranno così uniti nel percorso nel quale si prenderà coscienza di ciò che si vuole essere: cristiani veri. Ci saranno incontri, celebrazioni, momenti di preghiera, eventi gioiosi e pieni di serenità per poter assaporare veramente la vicinanza di Gesù. Questo primo anno è aperto a tutti quei bambini che hanno compiuto 8 anni, o che frequentano la terza primaria.

Il Secondo e il Terzo anno mirano a raggiungere una conoscenza più vicina di Dio Trinità, come creatore, come amore nel Figlio Gesù Cristo e nello Spirito Santo. Sarà tempo di esperienza di Gesù che passa nella vita del fanciullo e lo chiama ad essere suo vero testimone. Anche in questo lungo periodo la famiglia sarà chiamata alla presenza attenta e puntuale dei passi che si faranno. Non mancheranno certo incontri vivaci e amichevoli, poichè la natura stessa della nostra fede è gioiosa. Sappiamo che abbiamo il paradiso a portata di “si”, dobbiamo solo partecipare, già adesso, al miracolo dell’amore di Dio, nella vita con Lui e con gli altri.

comunione 7Sappiamo che il percorso è impegnativo, ma interessante, emozionante e coinvolgente. Tutti siamo chiamati a dire “si” al Signore che passa e chiama. Ognuno da la propria risposta, come vuole e come crede sia consono al proprio essere. Nessuno dunque è obbligato. Ma come un giorno Gesù rispose ad un ragazzo che gli chiedeva del paradiso: vieni, seguimi! così anche noi invitiamo a seguirci in questo cammino fantastico: venite, mettiamoci in cammino! Quel ragazzo sapeva cosa voleva dire seguire Gesù: abbandonarsi al Suo volere. Così anche VOI sapete che, mettendosi in cammino con noi bisogna arrivare alla meta uniti, senza ma, né perchè. La FESTA è Cristo nient’altro.

Condividi su:   Facebook Twitter Google